Cerebral Cortex: Development

Last Updated on



 

La crescita ontogenica della corteccia cerebrale è un processo complicato e finemente armonizzato regolato dall’interazione tra i geni e l’ambiente. La corteccia cerebrale proviene dalla porzione più anteriore della piastra neurale, una parte particolare dell’ectoderma embrionale. La placca neurale si piega e si chiude per creare il tubo neurale, dalla cavità all’interno del tubo neurale si sviluppa il sistema ventricolare e, attraverso le cellule epiteliali delle sue pareti, che sono i neuroni e la glia del sistema nervoso. La parte più anteriore (da o cranica) della piastra neurale. Il prosencefalo, che è evidente prima dell’inizio della neurulazione, dà origine all’emisfero cerebrale e alla sua successiva corteccia.
 
I neuroni corticali sono prodotti all’interno della zona ventricolare, vicino ai ventricoli. Inizialmente, questa zona contiene cellule progenitrici, che si dividono per produrre cellule gliali e neuroni. Le fibre gliali sviluppate nelle prime divisioni delle cellule progenitrici sono localizzate simmetricamente, attraversando lo spessore della corteccia dalla zona ventricolare alla superficie esterna, piale, e permettono all’impalcatura delle cellule progenitrici di essere simmetriche, il che duplica il numero totale di cellule cellule progenitrici ad ogni ciclo mitotico. Successivamente, alcune cellule progenitrici iniziano a dividersi asimmetricamente, producendo una cellula post-mitotica che si muove lungo le fibre gliali radiali, allontanandosi dalla zona ventricolare, e una cellula progenitrice, che procede a separare fino alla fine dello sviluppo, quando si trasforma in una cellula gliata o una cellula ependimale. Mentre la fase G1 della mitosi è allungata, in quello che viene visto come allungamento selettivo del ciclo cellulare, i neuroni appena nati migrano verso strati più superficiali della corteccia. Le cellule dei quartieri migratori diventano le cellule piramidali della corteccia cerebrale. Il processo di sviluppo è dettato dal tempo e controllato da centinaia di geni e meccanismi e meccanismi regolatori epigenetici.
 
La struttura stratificata della corteccia cerebrale pienamente sviluppata viene creata durante la maturazione. I primi neuroni piramidali generati migrano dalla zona ventricolare, insieme ai neuroni Cajal-Retzius che producono la reina, dal prelato. Successivamente, una coorte di neuroni che si trasferiscono nel centro del prelato divide quello strato transitorio nella zona marginale superficiale, che diventerà uno strato della neocorteccia matura, e la sottopiastra, sviluppando uno strato intermedio chiamato placca corticale. Queste cellule formeranno gli strati profondi della corteccia matura, gli strati cinque e sei. I nati più tardi si spostano radialmente nella piastra corticale oltre gli strati profondi, i neuroni e diventano gli strati superiori (da rimorchio a quattro). Pertanto, gli strati della corteccia sono generati in un ordine interno. L’unica eccezione a questa progressione interna della neurogenesi traspare nello strato I dei primati, in cui, che è diverso dagli altri mammiferi, per cui la neurogenesi continua per tutto il periodo della corticogenesi.
 
La mappa delle aree corticali funzionali, che comprende la corteccia motoria e visiva primaria, ha origine da una protomap, che è regolata da segnali molecolari come il fattore di crescita dei fibroblasti FGF8 all’inizio dello sviluppo embrionale. Questi segnali controllano la dimensione, la forma e la posizione delle aree corticali sulla superficie del primordio corticale, in parte controllando i gradienti dell’espressione del fattore di transizione, attraverso un processo descritto come pattern corticale. Esempi di tali fattori di trascrizione comprendono i geni EMX2 e PAX6. La rapida espansione della superficie corticale è regolata dalla quantità di auto-rinnovamento delle cellule gliali radiali ed è in qualche modo governata dai geni FGF e Notch. Durante il periodo di neurogenesi corticale e formazione di strati, molti mammiferi superiori iniziano il processo di gyrification, che genera la caratteristica piega della corteccia cerebrale. La gyrificazione è regolata dal gene Trnp1 e dai segnali FGF e SHH.
 
& Nbsp;
 

Cortical Layers of The Cerebral Cortex


 

Cerebral Cortex Function: Connections, Sensory, Motor,Association

Health Life Media Team

Lascia un commento