Anatomy of the Liver

Last Updated on

 fegato Il fegato pesa circa tre libbre. Il secondo organo più grande del corpo è il fegato. Solo la pelle è un organo più grande e più pesante. Il fegato ha molte funzioni critiche come la digestione, l’immunità, il metabolismo e la conservazione dei nutrienti essenziali nel corpo. Queste funzioni rendono il fegato un organo molto vitale, che i tessuti del corpo, morirebbero se non ricevessero le sostanze nutritive e l’energia. Tuttavia, il fegato può rigenerare i tessuti morti o danneggiati. È anche possibile crescere rapidamente come un tumore canceroso per ripristinarlo alla normale funzione e dimensione.
 
Anatomia del fegato
Anatomia lorda
Il fegato è approssimativamente un organo triangolare che si estende attraverso l’intera cavità addominale inferiore al diaframma. La maggior parte della massa del vivo si trova sul lato destro del corpo dove si inclina inferiormente verso il rene destro. Il fegato è costituito da tessuti molto morbidi, marroni e rosa protetti da capsule di tessuti attaccati. Questa capsula è ulteriormente coperta e sostenuta dal peritoneo della cavità addominale, che conserva il fegato e lo tiene in posizione all’interno dell’addome.
 
Il peritoneo attaccava il fegato in quattro punti; il legamento coronario, i legamenti triangolari destro e sinistro, nonché il legamento falciforme. Questi attaccamenti non sono non esattamente legamenti in senso anatomico; piuttosto sono regioni condensate di una membrana peritoneale che trattengono il fegato.
 
 Liver_04_Couinaud_classification
L’ampio legamento coronarico collega la porzione centrale superiore del fegato al diaframma.
Posizionati sui bordi laterali dei lobi sinistro e destro, rispettivamente, i legamenti triangolari sinistro e destro attaccano le estremità superiori del fegato al diaframma.
Il legamento falciforme scorre inferiormente dal diaframma attraverso il bordo anteriore del fegato fino al suo margine interno. All’orlo inferiore del fegato, il legamento falciforme struttura il legamento rotondo (legamento teres) del fegato e unisce il fegato all’ombelico. Il legamento rotondo è un residuo della vista ombelicale che trasporta il sangue nel corpo durante la crescita fetale.  fegato 6
 
Il fegato è costituito da quattro lobi diversi, i lobi di destra, di sinistra, di caudato e di quadrante.
I lobi di destra e di sinistra del fegato sono i lobi più grandi e sono distribuiti dal legamento falciforme. Il lobo destro è circa da cinque a sei volte più grande del lobo sinistro affusolato. Il piccolo lobo caudato si espande per formare il lato posteriore del lobo destro e avvolge la vena cava inferiore.
Il piccolo lobo quadrato è più basso del lobo caudato e si estende dal lato poster del lobo destro e si lega alla cistifellea.

 

Condotti della bile

 
I tubi che trasportano la bile dal fegato e dalla cistifellea sono chiamati dotti biliari e formano una formazione ramificata conosciuta come l’albero biliare. La bile creata dalle cellule epatiche si riversa in canali microscopici noti come bile canaliculi. I canalicoli biliari multipli si collegano a molti più grandi dotti biliari trovati nel fegato.
 
Questi dotti biliari si uniscono per formare i più grandi dotti epatici sinistro e destro, che trasportano la bile dai lobi destro e sinistro del fegato. Questi due dotti epatici si uniscono per formare il comune dotto epatico che drena tutta la bile dal fegato. Il dotto epatico comune alla fine si unisce al dotto cistico dalla cistifellea per formare il dotto biliare comune, portando la bile al duodeno dell’intestino tenue. La maggior parte della bile prodotta dal fegato viene spinta verso il dotto cistico dalla peristalsi per emergere nella cistifellea per la conservazione fino a quando non è necessario per la digestione.  CDR765897-750
 
Vasi sanguigni
L’afflusso di sangue al fegato è insolito tra tutti gli organi del corpo a causa del portale epatico attraverso il sistema. Il sangue viaggia verso lo stomaco, la milza, il pancreas, l’intestino e il pancreas attraverso i capillari in questo organo e viene raccolto dalla vena porta epatica. La vena porta epatica passa quindi questo sangue ai tessuti del fegato dove i Content del sangue vengono separati in vasi più piccoli e trattati prima di essere incrociati sul resto del corpo. Il sangue che lascia i tessuti del fegato si accumula nelle vene epatiche che portano alla vena cava e ritornano al cuore. Il fegato ha anche il proprio sistema di parti e arteriole che forniscono sangue ossigenato ai suoi tessuti proprio come qualsiasi altro organo.
 
Lobuli
La composizione interna del fegato è composta da circa 100.000 piccole unità funzionali esagonali note come lobuli. Ogni lobulo è costituito da una vista centrale circondata da sei vene del portale epatico e sei arterie epatiche. Questi vasi sanguigni sono attaccati da molti tubi simili a capillari chiamati sinusoidi, che si diffondono dalle vene e dalle arterie del portale per incontrare la vena centrale come i raggi di una ruota.
 
Ogni sinusoide passa attraverso il tessuto epatico contenente due tipi di cellule primarie: cellule di Kupffer ed epatociti. 2423_Microscopic_Anatomy_of_Liver
 
Le cellule di Kupffer sono una specie di macrofago che recupera e abbatte vecchi globuli rossi consumati che si incrociano all’interno dei sinusoidi.
Gli epatociti sono cellule epiteliali cuboidali che si sovrappongono alle sinusoidi e costituiscono la maggior parte delle cellule del fegato. Gli epatociti svolgono la maggior parte delle funzioni del fegato come la produzione di bile, la digestione, il metabolismo e l’attività attiva. I vasi per la raccolta della bile chiamati bile canaliculi corrono paralleli ai sinusoidi sull’altro lato degli epatociti e si svuotano nei dotti biliari del fegato.
 
Fisiologia del fegato
 
Digestione
 
Il fegato svolge un ruolo operativo nel modo di digestione attraverso la generazione della bile. La bile è una miscela di acqua, sali biliari, colesterolo e bilirubina dei pigmenti. Gli epatociti nel fegato creano la bile, che poi trasporta attraverso i dotti biliari per essere memorizzati nella cistifellea. Quando il cibo contenente grassi raggiunge il duodeno, la classe del duodeno rilascia l’ormone colecistochinina per incitare la colecisti a rilasciare la bile. La bile si muove attraverso i dotti biliari ed è sigillata nel duodeno dove emulsiona grandi quantità di grasso. L’emulsificazione dei grassi per bile diventa il grande ammasso di grasso in pezzi più piccoli che hanno più superficie e sono quindi più facili da digerire per il corpo.
 
La bilirubina, nella bile, è un prodotto della digestione del fegato dei globuli rossi esausti. Le cellule di Kupffer nel fegato catturano e distruggono i vecchi globuli rossi esausti e passano i loro componenti agli epatociti. L’epatocita metabolizza l’emoglobina, il pigmento rosso oxgen0carrying dei globuli rossi. Le cellule di Kupffer nel fegato catturano e distruggono i vecchi globuli rossi consumati e trasmettono i loro elementi agli epatociti. Gli epatociti metabolizzano l’emoglobina, il pigmento rosso contenente ossigeno dei globuli rossi, negli elementi eme e globina. La proteina globina è ulteriormente degradata e utilizzata come fonte di energia del corpo. Il gruppo eme contenente ferro non può essere riciclato dal corpo e viene trasformato nella bilirubina dei pigmenti e aggiunto alla bile per essere espulso dal corpo. La bilirubina dà alla bile il suo caratteristico colore verdastro. I batteri intestinali trasformano ulteriormente la bilirubina nella stercobilina del pigmento marrone, che dà alle feci la sua colorazione marrone.
 
fegato inferiore vista
Gli epatociti del fegato hanno molte funzioni metaboliche critiche che supportano le cellule del corpo. A causa di tutto il sangue che lascia il sistema digerente passando attraverso la vena porta epatica, il fegato è responsabile del metabolismo dei suoi carboidrati e proteine ​​in materiali biologicamente utilizzabili.
 
Il digestivo
 
Gli epatociti del fegato sono incaricati di molti importanti lavori metabolici che supportano le cellule del corpo. Poiché tutto il sangue che esce dal sistema digestivo si muove attraverso la vena porta epatica, il fegato è responsabile della metabolizzazione di carboidrati, labbra e proteine ​​in materiali biologicamente utili.
 
Il nostro sistema digestivo scompone i carboidrati nel glucosio monosaccaride che le cellule sono come fonte di energia primaria. Il sangue che entra nel fegato attraverso la vena porta epatica è molto ricco di glucosio dal cibo digerito, gli epatociti consumano gran parte di questo glucosio e lo immagazzinano come glicogeno macromolecolare, un polisaccaride ramificato che fornisce gli epatociti per comprimere quantità significative di glucosio e rilasciare rapidamente glucosio tra i pasti. L’assorbimento e il rilascio e il rilascio di glucosio da parte degli epatociti aiutano a sostenere l’omeostasi e proteggono il resto del corpo da seri picchi e gocce nel livello di glucosio nel sangue.
 
Gli acidi grassi nel sangue che attraversano il fegato sono usati dagli epatociti e metabolizzati per creare energia sotto forma di ATP. Il glicerolo, un altro componente lipidico, viene trasformato in glucosio dagli epatociti attraverso il processo della gluconeogenesi. Gli epatociti possono anche produrre labbra come il colesterolo, le lipoproteine ​​utilizzate da altre cellule attraverso il corpo e i fosfolipidi. Gran parte del colesterolo fornito dagli epatociti viene eliminato dal corpo come componente della bile.
Le proteine ​​alimentari vengono scomposte nei loro amminoacidi dal sistema digestivo prima di essere trasmesse sulla vena porta epatica. Gli amminoacidi che entrano nel fegato hanno bisogno di una trasformazione metabolica prima di essere usati come fonte di energia. Gli epatociti estraggono prima i gruppi amminici degli amminoacidi e li trasformano in ammoniaca e infine urea. L’urea è meno nociva dell’ammoniaca e può essere escreta nelle urine come prodotto in eccesso della digestione. Le parti terminali degli amminoacidi possono essere scomposte in ATP o trasformate in nuove molecole di glucosio attraverso il processo della gluconeogenesi.
 
Disintossicazione
 
Mentre il sangue dagli organi digestivi passa attraverso la circolazione del portale epatico, gli epatociti del fegato tengono traccia del contenuto del sangue ed eliminano molti materiali potenzialmente tossici prima che possano diffondersi nel resto del corpo. L’enzima negli epatociti metabolizza molte di queste tossine come alcol e droghe nei loro metaboliti inattivi, e nel mantenere i livelli ormonali entro i limiti omeostatici, il fegato metabolizza e rimuove anche gli ormoni della circolazione prodotti dalle proprie ghiandole del corpo.
 
archiviazione
 
Il fegato fornisce lo stoccaggio di molti importanti nutrienti, minerali, vitamine ottenuti dal sangue che passa attraverso il sistema portale epatico. Il glucosio viene trasportato negli epatociti sotto il controllo dell’insulina ormonale e depositato sotto forma di glicogeno polisaccaridico. Anche gli epatociti consumano e conservano gli acidi grassi dai trigliceridi digeriti. La conservazione di questo nutriente consente al fegato di mantenere l’omeostasi del glucosio nel sangue. Il nostro fegato immagazzina anche minerali e vitamine, come vitamina A, DE, K e B12 e minerali di ferro e rame, per fornire una fornitura costante di queste sostanze essenziali dei tessuti del corpo.
 
Produzione
Il fegato è responsabile della produzione di vari componenti proteici vitali del plasma sanguigno: albumine, fibrinogeno, protrombina. Il fibrinogeno e la trombina sono fattori di coagulazione coinvolti nella formazione di coaguli di sangue. Le albumine sono proteine ​​che rappresentano l’ambiente isotonico del sangue in modo che le cellule del corpo non aggiungano o perdano acqua in presenza di fluidi corporei.
 
Immunità
Il fegato funziona come un organo del sistema immunitario attraverso la funzione delle cellule di Kupffer che rivestono le sinusoidi. Le cellule di Kuppffer sono il tipo di cappello di macrofago fisso che fa parte del sistema dei fagociti mononucleati e dei macrofagi nella milza e nei linfonodi. Le cellule di Kupfer svolgono un ruolo importante catturando e digerendo batteri, parassiti, funghi, cellule del sangue usurate e detriti cellulari. L’elevato volume di sangue che si muove attraverso il sistema portale epatico e il fegato fornisce alle cellule di Kupffer la possibilità di pulire grandi volumi di sangue molto rapidamente.

Health Life Media Team

Lascia un commento