Respiro affannoso: cause e trattamento

Last Updated on

Il respiro sibilante è un suono di fischio relativamente acuto, che è generato dal movimento dell’aria attraverso piccole vie aeree costrette o compresse. È sia un sintomo che un’auscultazione, dispnea di fase espiratoria più lunga.

Il flusso d’aria attraverso un segmento ristretto o compresso di piccole vie aeree diventa turbolento, causando vibrazioni delle pareti delle vie aeree.Questa vibrazione genera il suono del respiro sibilante. Il respiro sibilante si verifica più frequentemente durante l’espirazione a causa dell’aumentata pressione intratoracica durante questa fase che restringe le vie respiratorie.

Il respiro affannoso quando si espira da solo indica un’ostruzione più debole come il respiro sibilante sia nel singolo sia nell’espirazione, mostrando una costrizione enorme. Al contrario, un flusso turbolento dell’aria generato da un segmento ristretto delle notevoli vie aeree extratoraciche inspiratorie un rumore sibilante (stridore).

Eziologia
Un restringimento delle piccole vie aeree può essere causato da un tumore, corpo estraneo o dense secrezioni da broncocostrizione, edema della mucosa o compressione esterna o ostruzione parziale. In generale, le cause più comuni di BPCO per l’asma Ma il respiro sibilante può anche in altre malattie delle piccole vie aeree, tra cui insufficienza cardiaca (asma cardiaco), anafilassi e inalazione tossica si verificano.

A volte il dispnea si manifesta in pazienti sani durante un attacco di bronchite acuta. Nei bambini e bronchiolite e corpo estraneo tra le cause.

Cause di respiro sibilante
Ci sono alcuni sospetti familiari quando cercano di trovare la causa del respiro sibilante. Questi sintomi possono essere simili alla bronchite acuta, che è un’infezione del tratto respiratorio superiore o un’infezione polmonare sconosciuta
Reazioni allergiche – pazienti, di solito entro 30 minuti dall’esposizione a allergeni noti o potenziali, naso chiuso, orticaria, prurito agli occhi, starnuti Valutazione clinica: Asma
L’asma è spesso l’anamnesi positiva respiro sibilante si verifica spontaneamente o dopo l’esposizione a determinati stimoli (ad esempio B. allergeni, infezioni del tratto respiratorio superiore, freddo, movimento)

Valutazione clinica: polmonare
A volte test di funzionalità polmonare, misurazione del flusso di picco, metacolina o osservazione della risposta a bronchiolite broncodilatatori empirici nei bambini <18 mesi (solitamente da novembre ad aprile nell’emisfero settentrionale), in generale, sintomi di infezioni del tratto respiratorio superiore e tachipnea
Valutazione clinica COPD -Sacerbazione nei pazienti di mezza età o anziani spesso storia attuale della BPCO. Fumo eccessivo in passato, respiro debole respira dispnea con l’uso delle labbra increspate dei muscoli respiratori.

Valutazione clinica
A volte farmaci per la misurazione dei raggi X del torace e dei gas ematici (ad esempio, come ACE-inibitori, aspirina, beta-bloccanti, FANS) Inizio corrente di un nuovo farmaco, di solito in un paziente con una precedente malattia delle vie aeree reattive

Valutazione clinica: tumori endobronchiali
I tumori endobronchiali possono essere collegati al respiro sibilante cronico, specialmente nei pazienti con fattori di rischio o segni di cancro (ad esempio: storia positiva del fumo, sudorazione notturna, perdita di peso, emottisi) Può essere più focale che diffondere la sua broncoscopia toracica o TC (di solito una spirometria preceduta da curve del volume del flusso che indicano un’ostruzione) corpo estraneo Apparizione improvvisa in un bambino piccolo, che non presenta sintomi di infezioni del tratto respiratorio superiore o sintomi costituzionali radiografia del torace o broncoscopia CT GERD con aspirazione cronica Sete acreo cronico o ricorrente , spesso con bruciore di stomaco e tosse notturna.

Nessuna infezione del tratto respiratorio superiore o prova di sintomi allergici di farmaci antidepressivi.
Talvolta monitoraggio del pH esofageo Inalatori irritanti insorgenza improvvisa di esposizione sul posto di lavoro o uso improprio di detergenti Valutazione clinica insufficienza cardiaca sinistra con edema polmonare (asma cardiaco)

Umidità RG e segni di dispnea di volume centrale o periferico (reg. B. nervature del collo, edema periferico) dispnea (mentre si è distesi in ortopnea piatta) o 1-2 ore dopo essersi addormentato (dispnea parossistica notturna) ecografia al torace ECG BNP del torace * Nella maggior parte dei pazienti deve essere eseguita una pulsossimetria.
Effettuare una radiografia del torace, a meno che i sintomi non siano molto lievi o chiaramente un’esacerbazione di malattie croniche note. BNP = peptide natriuretico del cervello (tipo B); GERD = malattia da reflusso gastroesofageo. Revisione Se i pazienti soffrono di dispnea significativa, valutazione e trattamento eseguiti allo stesso tempo.

Storia
La storia medica sarà un fattore, se il respiro sibilante si è verificato per la prima volta o è un sintomo ricorrente. È ricorrente, i pazienti vengono interrogati sulla diagnosi precedente e se i sintomi attuali nel tipo o nella gravità sono diversi.

In particolare, se la diagnosi è certa, la percentuale di comparsa (persistente vs z. B. intermittenti, fluttuazioni stagionali) sono (z. B. bruscamente o gradualmente), modelli temporali e fattori scatenanti o rinforzanti (ad es. tratto respiratorio superiore, esposizione ad allergeni, aria fredda, esercizio fisico, alimentazione elencata nei neonati).

Tra i sintomi associati critici includono mancanza di respiro, febbre, tosse ed espettorato. Nel rivedere i sistemi del corpo (infezioni respiratorie), l’ortopnea, la dispnea parossistica notturna e l’edema periferico (insufficienza cardiaca) dovrebbero essere utilizzati per sintomi e segni di malattie causali tra cui febbre, mal di gola e naso che cola; Sudorazioni notturne, perdita di peso e affaticamento (cancro); naso chiuso, prurito agli occhi, starnuti e rash cutaneo (reazione allergica) e vomito, bruciore di stomaco e disturbi della deglutizione (reflusso con aspirazione) sono ricercati. La storia medica dovrebbe scatenare, verranno chiesti i fattori noti per il respiro sibilante, in particolare l’asma, la BPCO e l’insufficienza cardiaca. A volte l’elenco dei farmaci del paziente può essere l’unica indicazione per tali diagnosi (ad esempio broncodilatatori e corticosteroidi inalatori nella BPCO, diuretici e ACE-inibitori nello scompenso cardiaco).

I pazienti con una malattia nota dovrebbero avere indicatori della gravità della malattia, in quanto è necessario mettere in discussione precedente ospedalizzazione, intubazione o “ricovero in ICU”. Inoltre, sono state identificate le condizioni che predispongono allo scompenso cardiaco, tra cui la cardiopatia aterosclerotica o congenita e l’ipertensione.

Si nota una storia di fumo e fumo passivo. Esame fisico I segni vitali sono controllati da febbre, tachicardia, tachipnea e bassa saturazione di ossigeno. Eventuali segni di difficoltà respiratoria (ad esempio, come l’uso dei muscoli respiratori, retrazioni intercostali, respirazione con il labbro increspato, irrequietezza, cianosi, diminuzione della coscienza) dovrebbero essere notati immediatamente.

L’esame si concentra sui polmoni, in particolare sulla portata dell’importazione e dell’efflusso di aria, sulla simmetria dei suoni respiratori e sulla localizzazione del respiro sibilante (diffuso versus localizzato, inspiratorio, espiratorio o entrambi). Va notato qualsiasi segno di compressione (z B. bofonie, testa acuta del suono) o RG drenante. L’esame cardiaco dovrebbe concentrarsi sui risultati che indicano insufficienza cardiaca come rumore, un terzo suono cardiaco (galoppo S3) e espansione venosa giugulare.

All’esame del naso e della gola, devono essere prese in considerazione le condizioni della mucosa nasale (es. Come colore, gonfiore), gonfiore del viso o della lingua e segni di rinite, sinusite o polipi nasali. Le estremità sono su bastonatura ed edema ed esaminano la pelle per i segni di reazioni allergiche (ad es. Come orticaria, eruzione cutanea) o atopia (z. B. eczema). L’aspetto generale del paziente è sui cambiamenti costituzionali, come la cachessia e il torace della canna nella BPCO grave (broncopneumopatia cronica ostruttiva)

I seguenti risultati sono di particolare importanza: (uso dei muscoli respiratori, segni clinici di sonnolenza o diminuzione del respiro inspiratorio ed espiratorio del gonfiore del viso e dell’angioedema della lingua) interpretazione dei risultati in sibili ricorrenti in un paziente con precedenti malattie associate come l’asma, BPCO o insufficienza cardiaca sembra rappresentare una riacutizzazione di solito. Nei pazienti affetti da patologie polmonari e cardiache, le manifestazioni possono essere simili a (z. B. distese vene del collo ed edema periferico nella cardiopatia polmonare a causa di BPCO e insufficienza cardiaca) e spesso è richiesta un’indagine.

Se la causa è l’asma o la BPCO, l’ex tosse, il gocciolamento postnasale o l’esposizione possono essere causa di allergie o gas tossici o irritanti (ad esempio aria fredda, polvere, fumo di tabacco, profumo). I reperti clinici aiutano a trovare la causa del respiro sibilante in pazienti senza storia nota (vedi tabella: cause di respiro sibilante).

L’acuta (improvvisa) senza sintomi sibilanti delle infezioni delle vie respiratorie superiori suggerisce una reazione allergica o una minaccia di anafilassi, soprattutto se sono presenti orticaria o angioedema. Febbre e sintomi di un’infezione delle vie respiratorie superiori sono sospettosi di una malattia infettiva, bronchite acuta nei bambini più grandi e negli adulti e bronchiolite nei bambini di 2 anni. Umidità RG, vene del collo distese ed edema periferico indicano un’insufficienza cardiaca.

Se durante la poppata o il vomito di neonati si manifesta un respiro sibilante, può essere il riflesso del reflusso. I pazienti con asma hanno attacchi parossistici generalmente o intermittenti di respiro sibilante acuto. Il dispnea persistente e localizzato è indicativo dell’ostruzione bronchiale focale da parte di un tumore o di un corpo estraneo. Il respiro sibilante persistente, che si manifesta molto presto nella vita, suggerisce un’anomalia congenita o strutturale. Il respiro sibilante persistente con esordio improvviso è correlato all’aspirazione da corpo estraneo, mentre l’inizio lentamente progressivo del respiro sibilante di un segno di compressione bronchiale extraluminale da parte di un tumore o linfonodi in crescita può essere testato.
test
I test tentano di valutare la gravità determinante per stabilire una diagnosi e scoprire complicazioni, ossimetria a raggi X del torace (se la diagnosi non è chiara) A volte BGA Talvolta test di funzionalità polmonare La gravità della condizione può essere valutata mediante pulsossimetria e in pazienti con angoscia o segni clinici di stanchezza, esami del gas ematico. In pazienti con asma di solito, una misurazione del flusso di picco viene eseguita al posto letto (o, se disponibile, volume espiratorio forzato in 1 secondo [FEV1]). In pazienti con sibilo persistente di nuova insorgenza o non diagnosticato, deve essere eseguita una radiografia del torace.

Una radiografia può essere spostata nei pazienti con asma che hanno una riacutizzazione tipica e nei pazienti con una reazione allergica apparente. Cardiomegalia, versamento pleurico e liquido nelle fauci parlano di scompenso cardiaco. L’iperinflazione e la trasparenza delle radiazioni indicano la BPCO. Atelettasia o infiltrati segmentali o subsegmentari sono la prova della malattia ostruttiva endobronchiale. Le opacità radiologiche nelle vie aeree o iperinflazione locale indicano un corpo estraneo. Quando la diagnosi dei pazienti non è chiara con il respiro affannoso ricorrente, i test di funzionalità polmonare possono confermare la limitazione del flusso d’aria e la reversibilità e la gravità viene determinata. Test di resistenza alla metacolina e test di carico possono confermare un’iperresponsività delle vie aeree nei pazienti nei quali la diagnosi di asma è discutibile.

Trattamento
Il trattamento consiste nel trattare le cause sottostanti. Il sibilo stesso può essere riformato (n ° D. Ed.: Eccetto per aspirazione di corpo estraneo, tumori o disfunzione delle corde vocali) di solito mediante inalazione di broncodilatatori (z.B. Salbutamolo 2,5 mg per inalazione tramite nebulizzatore o dose misurata 180 mg). Il controllo a lungo termine del respiro sibilante asmatico può richiedere corticosteroidi inalatori e inibitori dei leucotrieni. I bloccanti per via endovenosa di H2 (difenidramina), i corticosteroidi (metilprednisolone) e il racemo di epinefrina per via sottocutanea e per inalazione sono indicati in caso di anafilassi.

Conclusione
L’asma è la causa più comune, ma non tutto il respiro sibilante è l’asma. Il respiro sibilante acuto in un paziente senza malattia polmonare può essere causato da aspirazione, reazione allergica o insufficienza cardiaca. La malattia reattiva delle vie aeree può essere confermata dalla spirometria. I broncodilatatori per via inalatoria sono il cardine del trattamento acuto.

Health Life Media Team

Lascia un commento